Troppi ritardi per la sicurezza del Senio

Castel Bolognese - Il letto del Senio nella zona della frana

Castel Bolognese – Il letto del Senio nella zona della frana

Di seguito il comunicato che abbiamo reso pubblico stamane.

Presto inizia la stagione delle piogge. Ci siamo chiesti a che punto siano gli interventi decisi per la sicurezza del Senio. Durante la primavera scorsa, fu detto in modo autorevole che il collegamento delle casse di espansione di Cuffiano – a partire dalla prima già pronta da tre anni – era nelle priorità regionali, era finanziato (8,5 milioni) e che i lavori sarebbero iniziati entro il 2015.

A maggio l’Autorità di Bacino, dopo ripetuti sopraluoghi in una zona molto critica del comune di Castel Bolognese, dove esiste la possibilità che una frana (in movimento) ostruisca il fiume, decise un intervento manutentivo di “somma urgenza” per 100.000 euro.

Oggi, a metà settembre, abbiamo appurato che:

  • Di avvio dei lavori entro il 2015 per collegare le casse nessuno più ne parla. Anzi, ci è stato detto che manca ancora il progetto definitivo. A redigerlo dovrebbe essere l’Ufficio tecnico dell’Autorità di Bacino della Romagna – mentre il fiume Senio è sotto la giurisdizione dell’Autorita’ di Bacino del Reno, una stranezza non ancora capita – ufficio che secondo notizie di stampa pare essere al momento indagato dalla Magistratura per vicende collegate ad un altro fiume della Provincia;
  • Il presidente della Provincia, a ferragosto, ha fatto sapere che i lavori di collegamento “delle casse” partiranno (invece) nel 2016; non spiega quando saranno completati, visto che, se si pone il tema della contestualità del funzionamento dei due invasi, il secondo è prevedibile sia pronto solo fra qualche anno;
  • Dell’intervento di somma urgenza su Castel Bolognese non se ne sa più nulla; alle richieste di incontro non si risponde nemmeno per cortesia.

Alla luce di questa situazione gli Amici del Senio, che hanno messo il tema della sicurezza al primo posto del loro impegno, chiedono sia fatta chiarezza. Chiedono che come deciso dalla Regione partano subito i lavori per collegare la prima cassa e che si acceleri il lavoro di completamento della seconda. Aggiungendo la proposta che le opere di collegamento prevedano anche la rinaturalizzazione ecologica e ambientale dell’intera area per fini culturali e ludico sportivi dei cittadini.

Allo stesso tempo chiedono siano effettuati subito, quindi prima delle piogge, i lavori di pulizia, regimazione e messa in sicurezza del tratto di fiume Senio in zona Castel Bolognese, fra altro interessato da una grande frana in movimento dalla collina.

Gli Amici del Senio ricordano come il tema della sicurezza del Senio sia da tempo al centro della costante attenzione dei comuni interessati e del Servizio di Bacino. Non si capisce allora perché decisioni già assunte relative a primi interventi da svolgere, non vengano puntualmente rispettate. Ci chiediamo se si abbia piena consapevolezza delle responsabilità che in questo modo si vengono ad assumere.

Di tali problematiche renderemo partecipi direttamente anche i cittadini che saranno con noi alle prossime iniziative sulle rive del Senio organizzate dalla nostra Associazione.

DOMENICO SPORTELLI – Portavoce Associazione

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *