Rio Cupa, chiuse le tane degli istrici

Esiste un rio, il rio Cupa, che porta l’acqua che potrebbe cadere in eccesso dalla Serra di Castel Bolognese al fiume Senio in località Biancanigo. Fino agli anni settanta era fonte di guai per gli abitanti di Biancanigo che spesso venivano allagati dall’acqua che da esso tracimava. Poi l’amministrazione Gaglio/Franzoni, con il contributo del Genio Civile riuscì a canalizzare l’acqua con un’opera che supera il canale dei Mulini e che arriva senza intoppi nel Senio.

Ultimamente i biancanighesi hanno rischiato di bagnarsi nuovamente per colpa di alcuni istrici e forse di un tasso che avevano scavato larghe tane nell’argine pensile del rio. Il caso ha voluto che nel corso della camminata degli Amici del Senio dell’uno ottobre queste tane siano state viste e segnalate alle autorità competenti (ex Genio Civile che fa parte della struttura che si occupa anche del Senio).

La scorsa settimana c’è stato l’intervento per la messa in sicurezza consistito nella cattura degli istrici e nel rifacimento completo di due tratti di riva. Ora i cittadini di Biancanigo potranno tornare a dormire sogni tranquilli. Siamo contenti che il senso civico dei mostri associati sia servito a qualcosa di utile.

Share

,

No comments yet.

Lascia un commento