Ieri nonostante la pioggia, tutte le persone che si erano prenotate, sono state presenti. Giornata molto intensa. Prima la visita alla raccolta di antichi attrezzi di Luigi Franzoni, poi la degustazione degli oli guidati da Maida, seguita da spaghetti aglio e olio e bruschette. Nel pomeriggio il dialetto e le “fole” di Gigi, poi le spiegazioni e gli assaggi degli aceti che aveva portato Mario.

Tutto questo innaffiato da buon vino e corroborato dal desiderio delle persone di stare insieme, di conversare, di conoscere e imparare cose della nostra storia recente. Abbiamo imparato a distinguere l’olio di qualità che, spesso, non assomiglia al nostro gusto preferito. E’ stato svelato come anche produrre buon aceto, non sia poi così semplice. Abbiamo cullato l’idea di come sarebbe interessante crearsi una rete di contadini e ortolani amici che possono garantirci prodotti con ancora l’odore della terra. In vece della corsa ai consumi di massa del supermercato.

Infine abbiamo parlato del fiume, della nostra Associazione, ricevendo il conforto dell’ascolto, della simpatia e del consenso verso quanto stiamo portando avanti, per il bene comune.

Non ci resta che ringraziare Irma e Luigi, che ci hanno spalancato la loro casa. Grazie poi a Carla e Romano Pompignoli, due produttori di olio del Senio che lavorano con passione e competenza per la produzione di tre qualità di olio di grande qualità e che teme pochi confronti. Abitano per andare a Villa Vezzano, in via Tebano 20, appena prima del torrente Sintria. Il loro recapito postale, qualora voleste contattarli, è agriturismo.vezzano@gmail.com

Un applauso a Maida Cattaruzza, la signora delle Strade di Romagna, che ci ha indirizzato, con passione, competenze e simpatia, a riconoscere e apprezzare i vari oli. Poi a Mario, che lo sapevamo conoscitore e cultore dell’arte del vino, ma che abbiamo scoperto sa anche di aceto e che ritiene che l’aceto potrebbe benissimo essere prodotto e venduto dai nostri contadini.

Infine grazie agli Amici del Senio che hanno collaborato nelle varie fasi di preparazione e svolgimento dell’iniziativa e a tutte le persone che hanno partecipato.

 

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *