Adolfo Rosati è una persona colta, che si occupa di agricoltura di nicchia; di quell’agricoltura che ancora prima di produrre reddito ha sfamato milioni di persone, fra le quali i nostri nonni. Sono andato a Spoleto per conoscerlo e sono rimasto colpito dal senso dei suoi ragionamenti, ancora prima della sua conoscenza specifica delle erbe, dei frutti, dell’orto e del bosco.

Ragionamenti e conoscenze che lui stesso ci farà conoscere nel corso delle due iniziative che abbiamo organizzato per fine marzo. Leggete con attenzione il programma; è molto intenso e ricco di contenuti. Speriamo faccia breccia nella vostra curiosità e sete di sapere.

Al centro troverete sempre il nostro fiume Senio, la sua valle e i suoi paesaggi e la riprova di come qualcosa di così semplice e naturale, ma con millenni di vita e di storia, possa arricchire la vita delle persone.

Partiamo con una Mostra fotografica dei piccoli abitanti del fiume: Senio vivens vi stupirà per la bellezza delle immagini, a volte catturate dopo ore e ore di appostamenti. Sarà esposta nella sala Zanelli, al Centro fieristico e sarà visitabile durante i tre giorni della Fiera dell’Agricoltura, dal 22 al 24 marzo.

Sabato 23, dalle ore 16, nella sala Zanelli, Adolfo Rosati ci introdurrà in un “nuovo mondo possibile”. Un mondo fatto di rispetto per la natura, della possibilità di nutrirci di cose semplici, di una idea di benessere e di civiltà che si copre di un rapporto proficuo e profondo con la nostra “madre terra”.

Domenica 24 Adolfo Rosati sposterà il suo sapere nel campo. Alle ore 9 ci troveremo a Tebano e dopo una breve lezione in aula, usciremo all’aperto alla ricerca e al riconoscimento delle erbe eduli del nostro fiume e della nostra campagna. In caso di maltempo resteremo in aula. A fine mattinata assaggeremo sul posto qualcosa tratto dalle erbe riconosciute. Concluderemo la mattinata, con chi lo vorrà, presso l’agriturismo Rio Manzolo, lungo il Senio, dove, i ragazzi che lo gestiscono porteranno in tavola la loro cultura culinaria, fatta anche di erbe (menù € 24, occorre prenotarsi entro martedì 19 marzo).

Nel corso di tutti gli eventi ci sarà il nostro banchetto per la raccolta di firme per la valorizzazione del Senio, per aderire all’Associazione Amici del fiume Senio (costa € 5), per parlare e discutere dei nostri temi. Vi invitiamo a visitarci.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *