Articoli

Domani e martedi, 1 e 2 luglio, siamo a Tebano con Acque e Miracoli che dedichiamo ai pesci, spie del pianeta che cambia e che dobbiamo rimettere in carreggiata. Vedrete un pesce allegorico imbottito di plastica, vicino ad esso abbiamo messo delle sedute per invitarvi a riflettere qualche minuto sul suo significato.

La plastica che conosciamo, quella indistruttibile, che tanto ha contribuito al progresso materiale di tutti noi, è diventata ora un problema per l’umanità. Allora nel nostro piccolo abbiamo deciso che ogni nostra iniziativa, da Tebano in poi, sarà plastic free (eccetto scorte di magazzino). Non solo, in ogni camminata che faremo raccoglieremo la plastica che incontriamo nel territorio e la smaltiremo secondo le regole in atto.

Nell’area dell’evento, davanti al ristoro, ci sarà il tavolo degli Amici del Senio. Fermatevi un attimo, potremo informarvi sulle nostre iniziative di fiume e sui programmi futuri. Potrete rinnovare la vostra adesione all’Associazione, o aderirvi per la prima volta. Costa 5 euro per un anno. Potrete firmare la nostra petizione per la valorizzazione del Senio. Di queste cose abbiamo bisogno. Senza il vostro interesse cala, per forza, anche il nostro e questo crediamo sia una mala cosa per tutti.

Acque e Miracoli a Tebano non è la solita sagra (con tutto il rispetto per le sagre). Ci sforziamo di lavorare sui “contenuti”, ma quali? La cultura, il paesaggio, il territorio e i suoi abitanti, la serenità e la leggerezza dell’animo, il divertimento pacato e riflessivo. Non vedrete bancherelle e tanto meno pubblicità. Nemmeno passerelle auto celebrative.

Le nostre iniziative si svolgono in un’area molto ampia. In luoghi stabili, come il Santuario e la Diga steccaia, oppure nella bella campagna circostante. In ogni caso, siamo in casa d’altri – comuni di Faenza e Castel Bolognese, chiesa, i terreni dei nostri contadini, le case del territorio, il Consorzio di Bonifica, l’Autorità del fiume. Quello che chiediamo – anche se pensiamo non ce ne sia bisogno – è il massimo rispetto di tutto ciò che incontriamo.

Proponiamo quattro iniziative per sera. Sono tutte pensate, quindi contengono il seme per essere anche interessanti. Una però vogliamo sottolinearla: la visita guidata alla Diga steccaia. Perchè ci sono novità. La scala di pali e fascine potrebbe diventare un Monumento nazionale che si fregia del passato interesse di Leonardo da Vinci. Raffaella Zama e i ragazzi del Liceo di Lugo ci diranno fin dove è arrivata la ricerca sullo storico manufatto. L’appuntamento è per le 20,30 di martedì 2 luglio, all’ingresso della festa, da dove, a piedi, andremo sul luogo per parlarne.

Alla festa potrete anche mangiare. Street food preparato da noi, con novità e tradizione. Non la braciola o i cappelletti (non possiamo cucinare) ma una vasta gamma di cose semplici, curiose e gustose. Anche per vegetariani. Da bere la birra artigiana della Mata di Solarolo e la degustazione dei migliori vini della vallata.

Negli ambiti in cui si svolgono le varie iniziative è rigorosamente vietato fumare e ……. “chi guida non beve” alcol che possa superare il limite di legge. Chiudiamo dicendo che l’ingresso non è gratuito, ma ad offerta libera. Troverete una grande damigiana dove ci sta il poco e il tanto, ma qualcosa ogni partecipante è invitato a mettere. Le spese sono rilevanti e non abbiamo la possibilità di rimetterci. Arrivederci.

 

 

Apre Acque e Miracoli a Tebano – pesci che escono dall’acqua, pesci che scendono dal cielo. Anteprima dell’Arena delle balle di paglia di Cotignola.

Ore 18,30 – Il programma della giornata inizia con una escursione a piedi di due ore ai Vernelli, alla ricerca del territorio “che parla”. Vi condurrà l’affabulazione di Mario di Primola, assieme a Mario e Alberto degli Amici del Senio. La vostra attenzione sarà richiamata da tante cose che probabilmente avrete già visto, ma alle quali non avete mai fatto caso. Se vi accostate con animo sereno e leggero percorrerete carraie di albicocche e di viti pettinate, vedrete legnaie con sculture di tarli, montagne a bocca aperta, la torre di Tebano, le querce e i boschi più vecchi della collina tebanese, Arriverete al monastero dei Vernelli che non avete mai visto. Lo sforzo che farete sarà ripagato ampiamente dall’accoglienza e dalla simpatia delle persone che incontrerete. Ricordo che la prenotazione è obbligatoria al cell 366-9136784 (Laura).

Ore 20,30 – Incontro con Cristiano Cavina, uno scrittore che marca il carattere arguto dei valligiani di collina. Con la sua simpatia ci parlerà, senza scaletta, di ciò che in quel momento gli passerà per la testa. E, certamente, anche di Ottanta rose mezz’ora, il suo ultimo, apprezzato, libro.

Ore 21.00 – Al Santuario della Beata Vergine della Speranza di Tebano, concerto acustico di Rodolfo Santandrea con voce e chitarra.  L’artista faentino presenterà 14 brani del suo repertorio scelti fra i pezzi storici, con alcuni inediti. Sarà accompagnato alla viola da Matteo Galassi (prima viola della Camerata Veneziana). La leggerezza della sua esposizione ci dirà come il linguaggio della verità sia semplice. Questa iniziativa al Santuario, rappresenta il nostro omaggio ad un prezioso scrigno di arte e di religiosità e a tutta la popolazione di Tebano.

Ore 22.00 – Dal terrazzo della Diga Steccaia, si accendono le luci del Senio, che illumineranno i pesci e il paesaggio. Gli artisti delle luci sono i ragazzi di Luxonix, che ringraziamo per il loro impegno e la loro professionalità. Le luci, diffuse con garbo nell’area dell’evento, conferiscono al paesaggio quel tocco di magia che aiuta a liberare la nostra mente e a sentirci più leggeri.

A seguire uno spettacolo di giocoleria comica presentato da Skizzo e JF. Frizzanti e dinamici, ci riporteranno al clima del circo con figure acrobatiche, per mezzo dell’uso di attrezzi circensi e tramite le gag clownesche.

In queste settimane stiamo mettendo a punto le nostre prossime iniziative. Sono in corso i lavori per alcuni eventi davvero interessanti. Tutti, come vedrete, sono caratterizzati da contenuti che guardano alla qualità della vita delle persone e al loro intelletto. Mai nulla di fine a se stesso, questa è la sostanza del lavoro che cerchiamo di mettere in campo.

Ecco gli eventi a cui stiamo lavorando.

Sabato 1 giugno: CAMMINATA DEL SENIO A SOLAROLO, in collaborazione con la Pro Loco locale. Partiremo e arriveremo a Solarolo, in piazza del Popolo. Lo scopo è quello di prospettare un percorso ad anello da fare a piedi e in bicicletta che comprenda un bel tratto di argine del Senio e che possa diventare d’uso abitudinario per i cittadini solarolesi.

5 – 9 giugno: CAMMINATA PER L’ACQUA, CAMMINO DEL SENIO. A piedi, con tenda al seguito, dalla sorgente al mare. In questa bellissima avventura, alla quale partecipa anche Lowe Shaman Wai, siamo collaboratori di Vivi consapevole in Romagna. Sarà una bellissima avventura, si potrà partecipare anche per un solo giorno. Cinque giorni e quattro notti con pernottamenti a: Palazzuolo sul Senio, Borgo Rivola, Tebano, Sant’Alberto. Previsti alcuni trasferimenti in pullman. Al centro dell’evento la sensibilizzazione sui delicati temi dell’acqua e la sperimentazione del percorso di quello che potrà essere il Cammino del Senio e della Linea Gotica. Saranno raccolte informazioni e foto fondamentali per l’editazione della prima Guida del Senio quale stiamo lavorando. Il programma completo fra pochi giorni.

1 – 2 luglio. ACQUE E MIRACOLI A TEBANO, pesci che escono dall’acqua e pesci che scendono dal cielo. Terza edizione, anteprima dell’Arena delle balle di paglia di Cotignola, edizione 2019. Torna un evento di fiume che ha avuto molto successo e che ci racconta un territorio splendido come quello di Tebano sul Senio. Musica colta, cultura e lo spirito di persone che guardano ad un futuro sostenibile, di condivisione, di tolleranza e di pace.

Domenica 8 settembre: ART-ACQUA colori del Senio in pittura. Di questa iniziativa siamo entusiasti. Avrete visto o sentito parlare della Biennale di pittura estemporanea di Tebano. Ogni due anni, appassionati di pittura, si trovano nella piana della frazione per dipingere la vendemmia e quanto di bello vedono da quel luogo. Ebbene, quest’anno abbiamo proposto che l’iniziativa, partendo da Tebano, si propaghi lungo tutto il Senio. Assieme al Polo Tecnologico e agli Acquerellisti faentini – inventori benemeriti dell’evento – abbiamo discusso e deciso. Per tutta la settimana che precede il gran finale, avremo pittori a dipingere sul Senio e dintorni, dalla sorgente di Palazzuolo alla foce nel Reno ad Alfonsine.

Novembre 2019 a Fusignano. Vorremmo ricordare il 70° DELLA ROTTA DEL SENIO A FUSIGNANO. In particolare ci piacerebbe riprodurre i rumori di quella notte. Aspettiamo consenso e stimoli dai fusignanesi. Poi decideremo.

Seguiteci ed aiutateci, non resterete delusi.