Articoli

StampaIeri sera si è riunito il Consiglio della nostra Associazione. Sono stati assunti questi orientamenti.

Casse di laminazione. Consideriamo un passo in avanti – ma non ancora la garanzia della certezza – la firma del Ministro all’ambiente di un Accordo di programma con la Regione che conferma l’impegno al finanziamento con la trance del 2016 dell’opera di collegamento delle casse di laminazione di Cuffiano – Faenza. Prendiamo atto con favore del fatto che il collegamento della cassa già pronta non sarà subordinato al completamento della seconda cassa, quindi potrà avvenire in tempi non troppo lunghi.

Considerato queste cose, ora l’attenzione nostra sarà posta al progetto dell’opera a proposito del quale ribadiremo con tenacia che la sua realizzazione dovrà contenere anche il risanamento ambientale dell’area. Su questo tema produrremo un elaborato che avrà il senso di un contributo alla discussione che confidiamo si apra.

Chiederemo alla Regione di valutare l’opportunità di accorpare le varie competenze relative alla gestione del Senio. Pensiamo che l’attuale gestione affidata a quattro servizi possa complicare di molto l’efficienza degli interventi.

Frana di Castel Bolognese. Siamo preoccupati del fatto che l’intervento di manutenzione stabilito avvenga solo nella prossima estate e allo stesso modo del fatto che non si conoscano prescrizioni per il risanamento della collina da dove la frana è partita, dopo un intervento dell’uomo. Abbiamo assunto l’indirizzo di segnalare questa situazione ad una delle Agenzie territoriali pubbliche abilitate alla tutela dell’ambiente, confidando in un supplemento di indagine volto a garantire maggiore tranquillità ai cittadini.

Circa l’intervento ipotizzato per luglio, accogliamo con soddisfazione il fatto che si pensi ad un’azione in armonia con l’ambiente circostante e la scelta manifestata di confronto pubblico con i cittadini.

Chiederemo però che si intervenga da subito almeno per la rimozione degli alberi abbattuti e ramaglie presenti nel letto del fiume.

Mostra sul percorso del Senio fra gastronomia, prodotti locali e sagre. Abbiamo approvato il progetto proposto da alcuni soci. Siamo in attesa della definizione del conto economico, Per farvi fronte pensiamo di chiedere un piccolo contributo ad ognuno dei dieci comuni interessati.

Pubblicazione sul Senio. Abbiamo stabilito i capitoli (storia, geografia, flora e fauna, economia del territorio). Sarà rivolta agli alunni delle scuole dell’obbligo. Sarà insediato un Comitato scientifico. Chiederemo il Patrocinio e un contributo economico alla Regione.

Segnaletica di fiume. Avanzeremo una proposta ai comuni e al Servizio di Bacino.

Infine abbiamo stabilito di promuovere alcune assemblee pubbliche per testare la disponibilità dei cittadini a sviluppare un’azione di volontariato per la manutenzione minore e arginale di alcuni tratti di fiume.

Infine è stata avanzata l’idea di operare per promuovere nel corso dell’inverno conferenze in tutti i comuni sul tema: Fiume Senio, pericolo o risorsa?