Articoli

Ho il piacere di informare gli Amici del Senio che l’Unione dei comuni della Romagna Faentina ci ha concesso un contributo (600 euro) per l’organizzazione dell’evento 2019: Acque e Miracoli a Tebano. A suo tempo avevamo fatto domanda per partecipare ad un bando dell’Unione che prevedeva stanziamenti per aiutare le attività culturali significative del territorio.

Grazie anche a questo contributo, abbiamo avuto la possibilità di stampare il catalogo I colori del Senio che raccoglie le opere pittoriche dei concorsi La vendemmia a Tebano e Art Aquae. Concorsi promossi e Tebano e lungo il Senio dall’Associazione Acquerellisti Faentini con la collaborazione del Polo di Tebano e degli Amici del Senio.

Per le edizioni precedenti dell’evento di Tebano che, come sapete, si propone di valorizzare il nostro fiume, avevamo ricevuto un contributo di 500 euro dalla Regione, per mezzo di Primola di Cotignola e, per la prima edizione, 400 euro dal comune di Castel Bolognese.

Siamo riconoscenti ai Comuni e alla Regione per la collaborazione fattiva che hanno prestato e che auspichiamo possa continuare anche per il 2020. Lo spazio dove svolgiamo le iniziative sarà interessato presto da un cantiere, ma confidiamo che per luglio possa essere concluso. Stiamo valutando il tema della prossima edizione e, al momento, una delle idee è di dedicare l’edizione 2020 di Acque e Miracoli a Tebano alle culle (culle piene, culle vuote, culle arcobaleno), ai bambini, alle famiglie.

 

Amici del Senio buongiorno. So che il maltempo e le elezioni hanno catalizzato la vostra attenzione e quindi il momento non è propizio. Ma ho il dovere di ricordare le iniziative programmate. E’ vero, ci mancherebbe. Nessun obbligo e tanto meno dovere. Libertà assoluta per tutti. Noi però dobbiamo procedere con la loro preparazione e ci serve qualche punto di riferimento, che al momento non abbiamo: una idea di quante persone parteciperanno. Alla loro preparazione e al loro consumo.

Ricordo che siamo un’Associazione di volontariato, per il bene comune. La riuscita delle attività che svolgiamo è affidata al lavoro volontario degli aderenti e di chi apprezza il nostro lavoro e ci vuole bene. Se viene a mancare questo dato di solidarietà che rappresenta, il tutto che si tiene, cade tutto. E una associazione di volontariato non ha più ragione di esistere.

Detto questo, che non è uno sfogo e tanto meno un rimprovero, chiedo a chi è interessato a partecipare alle iniziative e a chi è interessato a darci una mano alla loro preparazione di farci sapere qualcosa, quanto prima.

Riassumo gli impegni.

MERCOLEDI’ 7 marzo – ore 19,30 (per max 3 ore) Circolo Arci Castel Bolognese – PREPARAZIONE CAPPELLETTI PER CENA DI AUTOFINANZIAMENTO (ci mancano 7 volontari)

SABATO 10 marzo – Cotignola, via Marchetti 1 – A sfen e porc e fuoco propiziatorio (al momento, prenotati 2)

GIOVEDI 15 marzo CENA autofinanziamento (al momento, prenotati 5 alla cena). E mancano volontari (mercoledì 14 e giovedì 15) per la preparazione e gestione della serata.

Vi ricordo poi gli appuntamenti del 24 e del 30 marzo a Faenza e Cotignola. Certo, si tratta di due conferenze, quindi “che lagna”, però è anche da lì che si passa, se vogliamo ottenere i nostri obbiettivi per il fiume (sicurezza, percorso naturalistico, un fiume di storia arte e cultura, ecc.).

Con questo: buon voto a tutti. Arrivederci a presto…. e fatevi sentire. Arriverà poi anche il sole.

Domenico