Tag Archivio per: 2021

La solita bella cornice di paesaggio, ambiente, colori, ma come se il covid l’avesse coperta di ruggine. Meccanismi complicati oltre al solito, energie forse calate. Va detto che solo la grande generosità di alcuni Amici del Senio, ha reso l’evento possibile. Si credeva in meccanismi oliati, ma così non è stato. Ho creduto forse che la generosità fosse una dote divina e che si potesse espandere, particolarmente dopo le dure vicende della pandemia, invece no. A conferma del fatto che non è detto che si esca migliori dalla dura prova che stiamo attraversando.

Mai ho fatto così tanta fatica a mettere in fila le varie cose da fare. Forse anche un segno dei tempi di cui dovrò necessariamente tenere conto. E’ vero, una volta allentatasi la morsa del virus, ci siamo sentiti in dovere di agire nel proporre iniziative che consentissero ai cittadini di tornare ad una vita quasi normale. Ci siamo mossi con generosità, cogliendo gli stimoli di alcune amministrazioni comunali e contando sullo spirito associativo e solidaristico che anima tante persone. Abbiamo deciso di fare rete, di contaminarci, di unire le forze con altri e di mettere in campo nuove idee. La scelta è stata positiva e va certamente proseguita, ma le differenze di impostazione e tal volta le incomprensioni non hanno facilitato il cammino.

Poi le difficoltà che possiamo chiamare di contesto. Da quelle burocratiche nell’evadere le varie pratiche comunali all’agnosticismo incontrato da una piccola parte del mondo agricolo. Diciamo con chiarezza che senza i contadini di Tebano Acque e Miracoli non ci sarebbe. Il loro contributo di idee e di operatività, la loro fattiva collaborazione è stata ed è tutt’ora decisiva. Gli agricoltori sono una componente molto importante dell’economia della vallata che dimostra di sapere stare all’interno di un processo che crea benessere. Guardando al futuro occorre riflettano sul fatto che il turismo lento, quello dei luoghi, delle esperienze, del chilometri zero, della particolare vivibilità dei piccoli centri sta acquisendo una valenza molto importante. Quindi quanto di bello e di buono anche loro creano, ed è tanto, è opportuno entri in contatto armonico con il territorio e tutte le sue componenti professionali, culturali, associative. In un tutt’uno che si tiene. Ostacolare il ragionamento che porta ad accogliere i nuovi turisti, anche con nuove infrastrutture come le ciclo vie, sarebbe un errore.

Tornando al nostro Acque e Miracoli – fuori dalle balle – eravamo vincolati ad una presenza max di 199 persone. Non abbiamo quindi spinto l’acceleratore sulla pubblicità. Forse le 199 persone sono state comunque presenti, non le abbiamo contate, ma potevamo aspettarci qualcosa di più. Forse carenze nel programma, forse la concomitanza di tanti altri eventi faentini. Di certo non ci ha aiutato il sistema di ristoro. Non avendo potuto offrire la nostra tradizionale birra alla spina ci ha nuociuto. Così come per il cibo: non avendo potuto ammannirlo in proprio, ci siamo appoggiati a strutture del luogo che hanno lavorato molto bene, ad un costo limitato, ma che non ci ha consentito normali ricarichi per fare fronte alle spese complessive.

Quindi oltre ai problemi generali che prima evidenziavo, registriamo anche la difficoltà nel riuscire a fare quadrare i conti. Per fortuna abbiamo gli sponsor del Polo Tecnologico che anche quest’anno ci daranno una mano e l’Unione dei comuni che ha deliberato a favore della nostra iniziativa un contributo dal Bando della cultura al quale ci siamo rivolti a tempo debito.

La cosa però da dire, e questo senza tema di essere smentiti, è che le persone che hanno partecipato si sono divertite del godere di un ambiente accogliente e bello, con diverse suggestioni e un bel clima coinvolgente. Camminate e musica, mediate dalla cultura e dallo spettacolo di artisti di buon livello, hanno creato serenità nelle persone. E questo è ciò che conta in questa fase. Poi per il futuro occorrerà sempre lavorare per migliorare, cosa che faremo certamente.

In fine ringrazio con la mente e con il cuore tutte le persone che hanno collaborato alla creazione e gestione dell’evento. A chi ci ha aiutato fornendoci l’occorrente, a chi ci ha messo a disposizione gli spazi per le nostre camminate e attività e agli artisti che per il loro lavoro hanno ricevuto un compenso contenuto, consci delle difficoltà del momento per tutti.

 

Martedì 29 e mercoledì 30 giugno 2021, gli Amici del Senio e Primola Cotignola propongono la quinta edizione di Acque e miracoli a Tebano. L’evento è l’anteprima di collina dell’Arena delle balle di Cotignola. Si avvale della collaborazione del Polo tecnologico di Faenza. Fa parte delle rassegne comunali estive Faenza estate, Castel Bolognese semplicemente e della rassegna ProSenio promossa dal Mulino Scodellino.

L’ingresso è a OFFERTA LIBERA (eccetto il Concerto per l’acqua).

Questo il programma.

MARTEDI’ 29 GIUGNO

Ore 18,30 – Apre la Pesa Osteria, punto ristoro all’aperto delle due serate, presso il piazzale della sede di Terre Naldi (di fronte alla Chiesa).

I prodotti, offerti come cibo da strada, sono confezionati da Bottega Novella e da Tiziana Rosticceria. Potrete assaggiare: crescioni con pomodoro mozzarella – erbe – patate e salsiccia;  melanzane alla parmigiana; crocchette di pollo e maionese fatta in casa; panino con farina dello Scodellino farcito con porchetta, pomodoro e rucola; cavatelli con farina dello Scodellino con pomodorini, rucola e grana; panzanella (pane toscano raffermo, pomodoro, basilico, cetrioli, cipolla rossa); dolcetti. Avremo il tavolo della degustazione di vini etichette locali (bicchiere e bottiglia). Poi birra in lattina e minerale in bottiglietta.

Ore 18,45 – Andremo a piedi all’Infernotto e ritorno (2 km). Vedremo i massi dell’antica Torre di Tebano in un luogo panoramico di meditazione, sostenuti dall’approccio alla pratica Yoga. Mediteremo con Mariolino, Sara, Mario di Primola. Occorre prenotarsi al cell 3669136784 (Laura).

Ore 20Concerto acustico di Maestri e Allievi della scuola di Musica Sarti di Faenza. Nel Santuario di Tebano, Ana Maria Garcia Ramirez (chitarra), Gilberto Ceranto e Francesco Bassetti (violino), Francesca Bassan (viola), Liam Baldisserri (oboe), ci guideranno all’ascolto di opere di Molino trio op.4 n.1 (Allegro moderato, Romance, Rondeau) e A. Vivaldi dal concerto RV 103 (Allegro cantabile e Largo). Dolce armonia fra musica, artisti e territorio.

Siamo particolarmente contenti di avere incontrato la Scuola di Musica “Giuseppe Sarti”. Esiste a Faenza dal 1892 ed ha sempre svolto un ruolo di fondamentale importanza per la vita culturale della città. Con oltre 400 studenti iscritti e 38 docenti, è diventata un vero e proprio punto di riferimento per la cultura musicale faentina, un centro di alto livello attento a tutte le dinamiche culturali e sociali del tessuto cittadino.

Ore 21.30 – Il trio acustico romagnolo Sunador, accompagnerà Giuseppe Sangiorgi e Alfonso Nadiani in Sotto le lenzuola non c’è miseria. Ci divertiremo certamente con la qualità della musica e con l’arguzia dei due scrittori romagnoli.

MERCOLEDI’ 30 GIUGNO

Ore 18,30 – apre la Pesa Osteria.

Ore 18,45 – A piedi ai laghi di campagna con violino (4 km). Acqua dolce, dolce acqua dove vai?  Amici estrosi ed esperti naturalisti ci guideranno alla scoperta della natura che si sta creando in quella zona molto particolare. Occorre prenotarsi cell 3669136784 (Laura).

Ore 20. A spasso per carraie e campi con il collettivo romagnolo di musica folk acustica dei Musicanti improvvisi.

Ore 21 – Concerto per l’acqua. Nello splendido scenario della diga Steccaia, dove nasce il Canale dei Mulini, il duo internazionale Angela Gandolfo (soprano) e Roberto Barrali (pianoforte), in collaborazione con ParmaOperArt, si esibirà in un concerto di musica classica. Siamo molto contenti di ospitare in Acque e miracoli questo evento organizzato dal Mulino Scodellino nell’ambito della Rassegna ProSenio. In questo caso la prenotazione è obbligatoria, con biglietto di ingresso. Info scodellino@gmail.com (cell 3396487370).

La scena degli eventi ospiterà istallazioni di land art dedicate al paesaggio e all’ambiente.

In tutta l’area vige l’obbligo del rispetto norme anti covid e il divieto di fumare.

Avremo il tavolo degli Amici del Senio dove potrete informarvi sulle nostre attività, sulla ciclo via del Senio e aderire o rinnovare l’adesione 2021 (5€), assai gradita.

Per le due camminate consigliamo di calzare scarpe adeguate, indossare pantaloni lunghi, portare con se acqua. Sono brevi e adatte a tutti, ma occorre essere in buona salute.

Info evento: (Laura 3669136784, Domenico 3400532380, Silvio 3332011377). Per scriverci amicifiumesenio@gmail.com

Avanti con Acque e Miracoli a Tebano.

Fuori dalle balle.

Con questa invettiva al virus, stiamo organizzando il ns appuntamento a Tebano 2021.

Il distanziamento ci porta alla riscoperta del territorio.

Bene, andremo, a piccoli gruppi, a cercare luoghi caratteristici, storici, di pregio paesaggistico e ambientale e lì metteremo in scena attrazioni di arte varia.

I nostri anfitrioni saranno le aziende del Polo tecnologico, i nostri collaboratori partecipi i cittadini di Tebano.

Punteremo su giovani artisti talentuosi, anche locali, per dare loro respiro e incoraggiarli verso un futuro migliore.

La date sono fissate per martedì 29 e mercoledì 30 Giugno.

Il luogo è quello tradizionale di Tebano. Più forte che mai la collaborazione Amici del Senio, Primola e Arena delle balle di Cotignola.

Il primo evento già programmato, in quanto frutto di un accordo con gli Amici del Molino Scodellino, è il Concerto per l’acqua – Pianoforte e Voce – che si terrà mercoledì 30 giugno alle ore 21 sulla diga steccaia leonardesca.

Il tutto, virus permettendo.