Oggi due storici soci hanno rinnovato la propria adesione agli Amici del Senio. Siamo molto felici perchè leggiamo il loro gesto come un incoraggiamento a ripartire. Qualcosa che ci dice che non possiamo darla vinta al coronavirus. Dobbiamo combatterlo con fermezza usando tutte le misure e cautele del caso, ma dobbiamo anche tornare a muoverci.

La lezione che la natura sta impartendo ci insegna che non potremo ripartire da dove eravamo rimasti. Dovremo “essere cambiati”. Dovremo fare si che la nostra vita possa scorrere in modo meno caotico, con maggiore coscienza, tranquillità e serenità. Con il fare si che l’essere prevalga sull’avere e dove la gioia della serenità non sia derivata solo dal consumo e possesso di beni materiali, ma sia il frutto della ricerca dei valori insiti nei rapporti con i nostri simili e con la complessità della natura, vera padrona del pianeta Terra.

Stiamo lavorando per ripartire – se sarà possibile – da Acqua e Miracoli a Tebano. Puntiamo al 6 e 7 di luglio. Cambieremo l’organizzazione, manterremo lo spirito libero dell’Arena delle balle, di cui saremo anteprima. Ci guideranno i contenuti che guarderanno alla cultura, al paesaggio, alla musica popolare. Faremo parlare il territorio che ci ospita, a cui chiederemo lumi per la strada del futuro.

Avremo il contributo di tanti giovani artisti che vogliamo aiutare a ripartire verso il sogno di una vita serena. Cercheremo la guida anche dei meno giovani, fino ad ascoltare Leonardo, che conobbe la diga steccaia.

Infine faremo parlare gli alberi – così tanto bistrattati dal genere umano – che rappresentano il 97% del nostro pianeta e ai quali dobbiamo l’esistenza e la vita.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *