Articoli

Così diceva Pavlena ancora negli anni settanta, parlando con gli amici del suo podere. Le ragioni le conoscerete quando andrete a visitare il Podere Pantaleone a Bagnacavallo, oggi diventata Area di Riequilibrio Ecologico.

Sabato scorso abbiamo organizzato una visita che è stata molto apprezzata. Due gruppi da venti persone, accompagnati da Roberto Fabbri, che gestisce l’area, e dai suoi collaboratori, nel rispetto delle norme covid (tracciamento, mascherine, distanziamento e igienizzazione) si sono sparsi in quella che pare una giungla inestricabile.

Percorrendo i piccoli sentieri ci si è dispersi per ammirare come si comporta la natura, se lasciata in pace. Certo, è fondamentale avere campi lavorati e produttivi. Occorre però ricordarsi anche di coltivare la biodiversità, se vogliamo salvare il pianeta.

Campi di questo tipo – non so dire quanti, ma dovrebbero sorgere ovunque dove esiste uno sfruttamento intensivo del terreno. Speriamo che la cosi detta Transizione ecologica di cui tanto si parla sia sostanziale e si ricordi anche di questo aspetto.

Nel Podere, da decenni, la natura evolve senza limiti e prescrizioni – salvo piccoli accorgimenti. Difficile descriverla, cambia ogni settimana. Il luogo non è quindi mai uguale a se stesso. La cosa migliore è visitarlo, anche più volte all’anno. Le visite sono gratuite, ma occorre telefonare e prenotarsi.

Nella presentazione della visita Prepariamoci a visitare il sito abbiamo descritto sommariamente quello che si può vedere. Non aggiungiamo nulla, perchè lo stimolo preferiamo rivolgerlo a caldeggiare le visite di persona.

Dicevo che la visita è stata apprezzata. E, crediamo, anche il lavoro degli Amici del Senio, visto che quasi tutti i partecipanti hanno deciso di associarsi, altri hanno contribuito con offerte volontarie a sostenere le nostre attività. Questo ci ha fatto molto piacere. Grazie a tutti.

Il prossimo appuntamento potrebbe essere una camminata dalla diga steccaia di Tebano al Mulino Scodellino, lungo il canale dei Mulini, a Castel Bolognese. Vi faremo sapere.

 

 

 

 

Ci dispiace, ma in due giorni abbiamo raccolto le prenotazioni per due gruppi da 20 persone, che faranno la visita in orari diversi. (Norme anticovid). Di più non possiamo fare e allora abbiamo interrotto le prenotazioni. Quello che possiamo dirvi è che, per quanto ci riguarda, torneremo al Podere Pantaleone in autunno per il foliage.

L’Associazione Amici del fiume Senio organizza sabato 1° MAGGIO – ore 9,30 – una visita guidata al Podere Pantaleone di Bagnacavallo, alla quale vi invita a partecipare.

Nel Podere Pantaleone, Area di Riequilibrio Ecologico e Zona Speciale di Conservazione, si possono ammirare tanti fiori spontanei che l’uso di erbicidi ha reso ormai introvabili nelle nostre campagne e che nella stagione primaverile colorano il Podere. Vedremo le fioriture di oltre venti specie di segetali o messicole, con alcune rarità come fiordaliso, specchio di Venere, gittaione, fior d’Adone, pettine di Venere, damigella scapigliata, speronella, viola dei campi, coriandolo selvatico. Accanto a una gran varietà di arbusti sono poi presenti alberi di notevoli dimensioni e secolari.

L’oasi naturalistica è luogo ideale per osservare la flora e la fauna tipiche della Pianura Padana. Nell’area si possono inoltre osservare animali di ogni tipo (anfibi, rettili, uccelli e mammiferi) e una moltitudine di insetti.

Questo il programma:

  • Ore 9,30 – Ritrovo davanti all’oasi. L’area è situata al civico 1 di vicolo Pantaleone, traversa di via Stradello, a circa un km dal centro di Bagnacavallo – a nord del cimitero. Cartelli segnaletici si trovano lungo tutte le principali direttrici.

Informazioni:

  • La visita è gratuita. Durerà circa due ore. Saremo guidati da un operatore del sito Roberto Fabbri.
  • Si svolgerà con qualsiasi condizione atmosferica. Si consigliano scarpe da escursione e pantaloni lunghi.
  • Al termine breve ristoro con assaggio di Burson e ciambella del Senio.
  • Avremo il tavolo dell’Associazione Amici del fiume Senio dove, chi lo vorrà, potrà iscriversi (5 € per il 2021), e/o versare un piccolo contributo volontario per le nostre iniziative. Forse troverete anche il garofano rosso, simbolo della Festa del Lavoro.
  • Varranno le norme anti-covid del momento che dovranno essere osservate con scrupolo.
  • Prenotazione obbligatoria entro il 29 aprile a: (Domenico 3400532380, Roberto Torricelli 3357403312, Silvio Marchi 3332011377 oppure mail a amicifiumesenio@gmail.com

Manifestazione autogestita. L’organizzazione declina ogni responsabilità su persone e cose. Ogni partecipante è totalmente responsabile di sé stesso, delle proprie azioni, del proprio stato di salute e delle proprie capacità di affrontare il percorso.

Vi ricordo il Concorso di scrittura I racconti del Senio. Scadenza 30 aprile. Info https://amicidelsenio.eu/wp-content/uploads/2021/04/BANDO_SN2.pd.